Chi siamo

logo

Nel 1978, è stata costituita un’organizzazione di impegno civico, che si è poi diffusa su tutto il territorio nazionale. A quell’epoca, si chiamava “Movimento federativo democratico” ma nel Congresso del 2000 ha cambiato nome in “Cittadinanzattiva”, per esprimere già nel nome quello che era diventata e intendeva continuare ad essere.

Cittadinanzattiva è un soggetto civico, formato da cittadini attivi impegnati nella tutela e nellapromozione dei diritti delle persone, senza alcuna discriminazione. La sua missione è individuabile nel far avanzare un processo di responsabilizzazione civica e nell’affermazione di un protagonismo democratico dei cittadini.

Cittadinanzattiva è un’associazione formata da diverse Reti:

  • Il Tribunale per i diritti del malato
  • Il Coordinamento nazionale delle associazioni dei malati cronici
  • La rete dei Consumatori
  • La rete di Giustizia per i diritti
  • La rete Scuola di cittadinanzattiva
  • La rete Patto per la promozione della cittadinanza

Siamo inoltre presenti in Toscana sul tema della sofferenza non necessaria, con il Centro Regionale contro il dolore inutile, attivo da oltre un decennio.

Le principali attività di Cittadinanzattiva e delle sue reti sono:

  • i rapporti con le pubbliche amministrazioni ed i pubblici servizi su problemi di carattere programmatorio, organizzativo/funzionale e relazionale.
  • l’assistenza, in senso lato, alle persone svantaggiate;
  • il monitoraggio del funzionamento dei servizi, mediante l’osservazione diretta ed il colloquio con i cittadini-utenti e con gli operatori e dirigenti;
  • la tutela giurisdizionale, in collaborazione con i medici legali e gli avvocati presenti nella rete Giustizia per i diritti;
  • la tutela para-giurisdizionale, all’interno delle commissioni miste conciliative;
  • la tutela sociale, con interventi volti a rimuovere, per via bonaria, comportamenti operativi e relazionali incongrui o scorretti;
  • l’informazione e la consulenza ai cittadini;

A livello regionale toscano, attraverso un lungo impegno, Cittadinanzattiva è riuscita, in qualche misura:

  • a migliorare molti servizi ed i rapporti fra operatori pubblici e cittadini;
  • a far accogliere nella legislazione e nella programmazione della Regione Toscana importanti temi, come quelli,  solo per indicarne alcuni – del riconoscimento della partecipazione, delle forme di tutela non – giurisdizionale, della salute mentale e del dolore inutile;
  • a produrre una nuova cultura dei diritti dei cittadini;
  • a far mettere nell’agenda di tutti i soggetti politici ed istituzionali il tema dei diritti e a sviluppare la partecipazione attiva, come il miglior modo di essere cittadini.

La costituzionalizzazione della Cittadinanzattiva:
l’art. 118, IV comma della Costituzione (Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini singoli e associati, per lo svolgimento di attività d’interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà.) è la “costituzionalizzazione” del fare i cittadini attivi.

In altre parole, si è passati dalle pratiche dell’azione, e cioè dai dati di fatto, pur significativi in se – al riconoscimento di diritto al massimo livello: quello costituzionale.

Ne discendono molte ed importantissime conseguenze:

  • di ordine concreto, per l’obbligo della Repubblica italiana e delle sue articolazioni di favorire l’autonoma iniziativa dei cittadini singoli e associati, in relazione al perseguimento di obiettivi d’interesse generale;
  • di rapporti fra istituzioni pubbliche e cittadini e loro espressioni associative;
  • di configurazione giuridica della cittadinanza (attiva), non solo come depositaria di diritti ed interessi di natura privata, ma come soggetto che può e deve impegnarsi per l’interesse generale.

Il quarto comma dell’art. 118 fa emergere quindi nuovi orizzonti di potenzialità-opportunità per i cittadini e per le istituzioni, che Cittadinanzattiva ha contribuito ad aprire e che intende mantenere aperti e, possibilmente, ampliare e qualificare.

 


Documentazione

Leggi lo Statuto di Cittadinanzattiva

Leggi il Codice di condotta di Cittadinanzattiva