22 Aprile 2021 Giornata della Terra

Dal 1970 il 22 aprile è la giornata dedicata alla Terra e coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo. Questa manifestazione è stata istituita dall’ONU per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra diventando un avvenimento educativo ed informativo; già dieci anni prima il senatore statunitense  Gaylord Nelson ebbe l’idea di organizzare un “teach-in” sulle questioni ambientali riuscendo a coinvolgere esponenti del mondo politico come Kennedy che nel 1963 attraversò undici Stati degli USA per tenere conferenze sui temi ambientali. Negli anni successivi è cresciuta la partecipazione internazionale all’Earth Day fino a farla diventare un appuntamento molto atteso da più di un miliardo di persone. La Giornata della Terra è un’ottima occasione per non farci scordare dove viviamo e soprattutto come lo facciamo perché è fondamentale non perdere di vista la necessità di attuare uno stile di vita sostenibile e armonico con la Natura. Oggi sono coinvolte le Regioni, gli Enti e le organizzazioni ambientaliste che sono chiamate a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla grande importanza della tutela delle risorse naturali anche attraverso l’innovativa tecnologia green. La Giornata della Terra ha il compito anche di mettere in luce i problemi legati agli ecosistemi, ai cambiamenti climatici e allo sfruttamento che l’uomo attua sulla Terra.

Il tema di quest’anno è riparare e riabilitare il Pianeta, “Restore Our Earth” è infatti la proposta di riflessione della giornata odierna. Riparare e riabilitare il nostro pianeta significa non solo aiutare e proteggere la Terra ma dobbiamo impegnarci anche nel riparare i danni che abbiamo già causato.

Un impegno ampio e complesso che potremo attuare lavorando tutti insieme verso un unico obiettivo: vivere meglio sulla nostra Terra. Fondamentali sono la protezione delle specie animali e vegetali minacciate dalle azioni sconsiderate dell’uomo, prioritario è vietare l’uso di prodotti chimici dannosi e preservare dalla distruzione habitat fondamentali come lo sono le zone umide, i boschi , i fiumi ed il mare. Camminare in mezzo a un bosco o in un’oasi naturale e osservare da vicino la fioritura di alberi e di boccioli, soprattutto adesso, fa bene al corpo e allo spirito. Questo è evidenziato dall’indagine dell’Osservatorio “The world after lockdown” di Nomisma, secondo la quale il 7% degli italiani ha iniziato a praticare giardinaggio ed a coltivare un orto, una cura potente e antidepressiva. Osservare e rispettare i processi naturali, aiutati dalle tecnologie sostenibili, può dar vita ad un nuovo modo di abitare il nostro pianeta ed attuando il riciclo dei materiali ed il corretto smaltimento di quelli non riciclabili, la limitazione del consumo di prodotti di plastica permetteremo lo sviluppo di una green economy e di un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali. Si è affermata la “Green Generation” che guarda ad un futuro libero dall’energia da combustibili fossili. Molto del nostro futuro dipende dai piccoli comportamenti quotidiani che tutti adottiamo. I consumatori sono sempre più attenti a scelte guidate dalla consapevolezza di dover proteggere le risorse naturali e per questo adottano stili di vita sostenibili.

Anche Cittadinanzattiva Toscana partecipa attivamente a questa campagna di sensibilizzazione e ha aderito all’Alleanza Territoriale Carbon Neutrality di Siena con l’obiettivo di sostenere e favorire la partecipazione dei cittadini al fine di ottenere risultati sempre più rispettosi della salute, dell’ambiente e della persona. Per conoscere meglio l’Alleanza: https://www.carbonneutralsiena.it/.

Tra le altre iniziative organizzate per l’Earth Day ci sarà anche un percorso di webinar che accompagneranno verso la grande fiera dedicata a tecnologie e innovazione che si svolgerà a Firenze il prossimo ottobre (13-16). Stefano Mariani di Ispra partecipa all’appuntamento dedicato a cambiamenti climatici, analisi degli impatti e adattamento https://www.snpambiente.it/2021/04/21/giornata-mondiale-della-terra-2021/. Per sensibilizzare l’opinione pubblica e rispettare le regole dell’emergenza sanitaria, quest’anno Earth Day Italia, sede italiana ed europea del comitato internazionale Earth Day Network, ha organizzato la maratona multimediale #OnePeopleOnePlanet, trasmessa il 22 aprile sul canale Rai Play, dalle 8 alle 20. L’evento online sarà animato da numerosi interventi, approfondimenti, testimonianze e performance con collegamenti ad altri programmi radio televisivi. Per maggiori informazioni:https://www.earthdayitalia.org/

Molti sono gli eventi organizzati in tutto il mondo da associazioni nazionali e coordinati dalla ong statunitense earthday.org. A questi oggi si affianca un summit virtuale sul clima, indetto dal presidente americano Joe Biden,  al quale parteciperanno 40 capi di stato e di governo. Tra gli invitati ci saranno anche i 17 Paesi responsabili dell’80% delle emissioni di gas serra. Il cambiamento climatico è al centro dell’attenzione dei più grandi studiosi che guardano al 2030 per abbassare il tasso di inquinamento e al 2050 per azzerarlo. Un responsabile americano ha anticipato che il presidente Biden annuncerà durante il summit sul clima che l’obiettivo degli USA sul clima sarà raddoppiato con un taglio delle emissioni fra il 50% e il 52% entro il 2030. Per seguire la diretta del summit:  https://youtu.be/6xa7yyypznY

I gas serra continuano ad aumentare e non si placa la tendenza al riscaldamento del Pianeta. Questi i principali risultati del rapporto di Copernicus climate change service (C3S) sullo stato del clima in Europa nel 2020. È  stato “l’anno più caldo” mai registrato per l’Europa con “almeno 0,4 gradi sopra la media dei 5 anni più caldi (tutti nell’ultimo decennio)”; temperature bollenti in autunno, e soprattutto in inverno (3,4 gradi sopra la media). Da record i livelli delle precipitazioni. Nella Siberia artica il 2020 è stato l’anno più caldo di sempre. https://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2021/04/22/giornata-della-terra-e-corsa-contro-la-febbre-del-pianeta_099813c0-931e-4990-ae3a-b202bfe76c6b.html

Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso (Mahatma Gandhi)

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *