Prenotare il vaccino: una corsa a ostacoli

Il tribunale per i Diritti del Malato di CittadinanzAttiva Pisa continua a ricevere ogni giorno numerose segnalazioni, e denuncia il grave e continuo disagio che giornalmente i cittadini incontrano per vaccinarsi.

Ai cittadini giustamente vengono chiesti senso civico, responsabilità e rispetto dei turni previsti dal piano vaccinale. Ma nessuno si preoccupa dei messaggi discordanti che essi ricevono da Istituzione, Medici di famiglia, numero verde.

Vai all'articolo

La denuncia della situazione ancora grave, che complica in questo periodo ulteriormente la vita alle persone anziane e ai loro familiari, è stata inviata alla stampa, e pubblicata il dal quotidiano La Nazione – Cronaca di Pisa. Vengono riportati numerosi esempi di contraddizione tra quanto comunicato dalla ASL e quanto poi invece la burocrazia smentisca in modo categorico: come ad esempio per le vaccinazioni a domicilio, annunciate e poi disattese, o per i comunicati discordanti e confusivi riportati su stampa e social media.

Noi volontari di CittadinanzAttiva siamo attivi nel dare informazioni ai cittadini e nel rappresentare le istanze delle persone, ma questo non basta. Occorre un cambio di passo da parte dell’Azienda Sanitaria.

Invitiamo pertanto i cittadini a continuare a segnalare le disfunzioni e le criticità incontrate, scrivendo a d.puccini@cittadinanzattivatoscana.it, in modo che come Associazione di Tutela possiamo intervenire presso l’Azienda.

Daniela Puccini, coordinatrice CittadinanzAttiva TdM Pisa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *