Una nuova indagine sulla sicurezza delle scuole

Oltre alla nuova edizione della campagna “Impararesicuri” della quale abbiamo parlato nei giorni scorsi, CittadinanzAttiva ha deciso di  realizzare un’ulteriore Indagine sulla sicurezza strutturale degli edifici scolastici per Comuni e Province.
​L’indagine quindi ​non sostituisce il ​Monitoraggio “Sicurezza, qualità, accessibilità a scuola”in quanto si rivolge direttamente agli enti proprietari degli edifici scolastici, Comuni e Province.

Questo perché:
– si vogliono raccogliere e rendere pubblici dati aggiornati sullo stato reale degli edifici scolastici, cosa non ancora possibile per il mancato aggiornamento dei dati oggi contenuti nell’Anagrafe dell’Edilizia Scolastica e per le lungaggini a cui è sottoposta la Nuova Anagrafe;

– si intende dare risposte efficaci all’allarme sociale manifestato da associazioni, comitati spontanei, singoli cittadini in merito alla sicurezza o meno degli edifici scolastici all’indomani dei diversi terremoti che hanno colpito il Centro Italia ma che hanno interessato, pur in misura diversa, vaste aree del territorio nazionale;

– si cerca di offrire un supporto agli amministratori locali al fine di mettere a punto un dossier aggiornato sullo stato delle scuole e richiedere un nuovo programma di investimenti che prosegua quello 2015-2017 del Governo precedente, concentrandosi però su scelte irrinunciabili quali quelle di: sottoporre a verifica sismica tutti gli edifici pubblici strategici, effettuare la micro zonazione sismica di tutte le aree comunali, dare la priorità agli interventi di adeguamento sismico ed efficientamento energetico a partire dagli edifici scolastici situati nelle aree di maggior pericolosità sismica.

Serve l’aiuto e l’impegno di tutti per uscire il più rapidamente possibile da questa fase emergenziale e indirizzare le politiche governative e i relativi piani di investimenti pluriennali sulla sicurezza delle scuole e degli Ospedali, ma più in generale, sulla messa in sicurezza dell’intero territorio italiano.

​Il termine massimo per realizzare l’indagine è il 31 maggio 2017.

Contattateci per partecipare a questa importante iniziativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *