Un’IDEA della Regione Toscana

Nella seduta del 22 maggio 2017 la Giunta Regionale della Toscana ha approvato una delibera, riguardante  l’adozione del Modello IDEA, derivante dai programmi di autogestione delle malattie croniche e del diabete della Stanford University. A questo modello, illustrato nell’articolo di Quotidiano Sanità del 26 maggio scorso,  le aziende sanitarie toscane dovranno fare riferimento per lo sviluppo di programmi di educazione all’autogestione delle condizioni croniche.

IDEA = Incontri Di Educazione all’Autogestione delle malattie croniche

La Toscana è impegnata da tempo sui temi delle sanità di iniziativa e intende  rendere i pazienti sempre più consapevoli e protagonisti della gestione della propria malattia. Con il modello IDEA si è voluto fornire indicazioni per la diffusione e l’applicazione omogenea su tutto il territorio regionale dei programmi di autogestione per i pazienti affetti da patologie croniche.

La Regione ricorda come il Piano Nazionale Cronicità del 2016 sottolinea l’utilità di ‘educare’ il paziente ad una autogestione consapevole della malattia e del percorso di cura. Il Piano Sanitario e Sociale integrato 2012-2015 , tra le azioni da adottare nell’ambito della sanità di iniziativa prevede l’avvio di un programma regionale per il supporto al self management e la formazione del ‘paziente esperto’.

Nella realizzazione del modello sono coinvolte tutte le aziende sanitarie, che dovranno applicarlo nei rispettivi territori; il Laboratorio MeS (Management e Sanità) della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, che dovrà monitorare l’attività, raccogliere e analizzare i dati; l’Agenzia formativa dell’ex Asl di Empoli, che dovrà organizzare le attività di aggiornamento dei formatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *