Vaccinazione antinfluenzale: serve un’alleanza

La copertura vaccinale contro l’influenza in Toscana, secondo i dati che si stanno raccogliendo sulla stagione appena passata, risulta essere in aumento ed oggi si attesta su circa il 53% degli aventi titolo come forma attiva e gratuita: un dato ancora lontano dalle indicazioni minime nazionali e internazionali (75%) ma che fa ben sperare per il futuro.

Sono questi alcuni dei punti salienti su cui lavorare per il futuro e condivisi nel vaccinazionecorso dell’incontro che ha visto discutere sul tema un gruppo di esperti toscani, tra i quali Enrico Desideri, Direttore generale Asl Sud Est Toscana,Maria Grazia Santini, Direttore Servizio di Prevenzione della Asl Toscana Centro, Luigi Rossi, Direttore di Distretto della Asl Nord Ovest, oltre ad alcuni medici di base e alla rappresentanza di Cittadinanzattiva Toscana.

Il workshop di Firenze è stato il terzo di cinque incontri in altrettante regioni promossi da Quotidiano Sanità, organizzati da Sics (Società italiana di comunicazione scientifica e sanitaria) e sostenuti incondizionatamente da Sanofi Pasteur, nell’ambito del progetto “Influenziamoci, la prevenzione è contagiosa” , che vuole approfondire le problematiche della vaccinazione antinfluenzale negli over 65 e negli operatori sanitari. Il resoconto del convegno è stato pubblicato da Quotidiano Sanità Toscana.

Alla luce dei dati estremamente bassi di copertura nazionale, intende anche offrire spunti programmatici concreti per il miglioramento della governance di questa importante azione di sanità pubblica, che ogni anno vede impegnati migliaia di operatori su tutto il territorio nazionale.

Importante la presenza delle associazioni dei cittadini che anche in Toscana si sono rese disponibili a supportare le istituzioni regionali in tutte le azioni volte ad implementare una maggiore informazione sulla vaccinazione antinfluenzale.

Cittadini che ai medici non chiedono altro che “risposte chiare, trasparenti e un linguaggio semplice”. I vaccini sono un presidio fondamentale di prevenzione e sanità pubblica: il tema però non ha bisogno di tifo da stadio, bensì di un’alleanza vera tra scienza, istituzioni e cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *